Le migliori protezioni per il softair

Esistono in commercio una moltitudine di occhiali, maschere e caschetti e spesso, trovare l’articolo adatto per le proprie esigenze, soprattutto se si è alle prime armi, potrebbe risultare complicato.

I punti salienti

Le protezioni per il viso e per il corpo, quando si gioca a softair, sono un elemento da non sottovalutare.
Esistono in commercio una moltitudine di occhiali, maschere e caschetti e spesso, trovare l’articolo adatto per le proprie esigenze, soprattutto se si è alle prime armi, potrebbe risultare complicato. In questo articolo andremo ad analizzare alcune tipologie di protezioni per poi scegliere, infine, quelle in grado di offrirvi la miglior protezione, senza andare a sacrificare eccessivamente il movimento o la vostra vista.

 

Protezioni per la testa

 

Bandane, cappelli ed elmetti sono tra gli accessori che più si vedono in testa ai vari giocatori di softair, ognuno di questi copricapi offre alcuni vantaggi, ma andiamo con ordine:

 

Bandane

Spesso svolgono un ruolo prettamente estetico, il loro tessuto sottile non impedisce ai pallini ed ai rovi di graffiare la vostra testa durante le azioni più concitate, risultando quindi abbastanza inutili, seppur mantengano il loro fascino alla Rambo e diciamocelo, male non fa.

 

Cappelli

Le tipologie di cappelli venduti sui siti di softair sono tantissime, si va dal classico berretto al più famoso Boonie Hat, diventato famoso durante la guerra del Vietnam. Mediamente il cappello ridurrà il dolore causato da un headshot perfetto ed eviterà che i rovi possano farvi troppo male. Chiaramente, per le cadute (e fidatevi, sono frequenti) non sarà in grado di offrirvi pressoché alcuna protezione.

 

Elmetti

L’elmetto risulta essere il copricapo più versatile ed anche quello più indicato, a prescindere dalla qualità e dalla marca dello stesso.
I produttori sul mercato sono tanti ma, in media, con una cinquantina di euro dovreste riuscire a portarvi a casa un modello con una sufficiente imbottitura interna ed una rotella di regolazione, così da poterlo stringere o allentare a vostro piacimento. Il caschetto, una volta acquistato, vi permetterà di installare tanti accessori, dalle torce (facilmente agganciabili attraverso la rail presente sui lati dell’elmetto) alle protezioni per gli occhi e la bocca (di questo parleremo fra un po’). Chiaramente l’elmetto eviterà che i pallini in testa possano farvi del male e lo stesso varrà per i rovi, rendendo buona parte della vostra testa del tutto insensibile ai piccoli infortuni che possano accadere. La protezione dalle cadute e la comodità dipendono spesso dalla qualità dell’elmetto stesso ma rimane comunque superiore a quella offerta da un qualsiasi cappello.

Protezioni per il viso

 

Le protezioni per il viso sono uno degli argomenti più dibattuti sul campo. Spesso fonte di stress quando non funzionano bene, il mercato è ormai saturo di occhiali e maschere di qualsiasi tipo ma attenzione, non tutte vanno bene ed alcune potrebbero essere addirittura pericolose!

 

Scopriamo insieme alcune di queste protezioni

 

Occhialini a rete

Questi occhiali sono tra le protezioni più comuni che si possano trovare in giro, la protezione è garantita da una rete metallica che vi permetterà una visione sufficiente di giorno ma molto scarsa di sera/notte. Nonostante la loro enorme diffusione, a causa della rete incapace di trattenere i piccoli frammenti, risultano tra gli occhiali più insicuri da utilizzare in qualsiasi contesto (subito sotto agli occhiali non certificati). A causa di questa loro caratteristica, in alcuni stati dove i joule massimi sono superiori a  0,99, il loro utilizzo è vietato poiché l’impatto del pallino potrebbe causare la frammentazione dello stesso, i quali frammenti oltrepasserebbero inevitabilmente la rete. In Italia, il rischio che un simile infortunio possa accadere è più basso ma questo non vuol dire che non ci sia, questo a causa della scarsa qualità dei pallini che mediamente vengono utilizzati dai giocatori.

 

Occhiali balistici

Se certificati, gli occhiali balistici sono la protezione migliore per i vostri occhi. Il colore della “lente” permette di adattarsi alle svariate condizioni di luce e la fascia per la testa farà in modo che gli occhiali non possano scivolare via facilmente. Sul mercato sono presenti un’infinità di modelli e come per gli occhiali da vista o da sola, spesso il prezzo è dettato dalla marca. In ogni caso, tra i 20€-30€, si riesce a portare a casa un modello certificato e con un trattamento anti-appannamento di qualità decente. Parlando proprio di appannamento, quest’ultimo è il peggior nemico del giocatore di softair e purtroppo, gli occhiali balistici, ne sono sempre soggetti, ad esclusione di quelli con ventola. Per scoprire come migliorare la situazione, puoi leggere il nostro articolo dedicato (INSERIRE LINK ARTICOLO “COME NON APPANNARE GIOCANDO A SOFTAIR”).

 

Maschera Integrale

La maschera integrale viene spesso utilizzata come prima protezione, quando si gioca la prima volta. Generalmente la protezione per gli occhi è garantita dalla rete metallica, del tutto simile a quella degli occhialini, mentre per la bocca e per il naso sono presenti alcune fessure fra la plastica. Queste maschere tendenzialmente risultano scomode, seppur economiche ed a lungo andare potrebbero rompersi facilmente. Un altro problema serio, è la rigidità eccessiva, elemento che vi potrebbe impedire di prendere correttamente la mira quando utilizzate un mirino. Risultano quindi decisamente sconsigliate superata la prima partita di prova. 

 

Maschera per la bocca a rete metallica

Questa maschera per la bocca risulta in una singola rete metallica agganciata ad una fascia per la testa. Soffrendo degli stessi problemi degli occhialini a rete metallica di cui abbiamo parlato prima, ne devo chiaramente sconsigliare l’acquisto. In aggiunta, come per la maschera integrale, una rete metallica che si protrae fino alle vostre guance, vi impedirà di utilizzare correttamente i mirini.

 

Maschera morbida per la bocca

La maschera morbida è generalmente composta di plastica rigida e tessuto, il quale svolge la funzione di protezione per le guance. La parte in plastica presenta delle fessure attraverso le quali respirare ed il tessuto garantisce il corretto utilizzo del mirino. Questa maschera risulta quindi essere una buona scelta ed i prezzi, sul mercato, sono ottimi.

 

Cosa non acquistare per nessuna ragione

Girando per i vari negozi online di articoli di softair, compresi quelli italiani, è facile imbattersi in protezioni per il viso che, in realtà, di protezione non abbiano proprio nulla. Questo è il caso di tantissimi occhiali balistici fasulli, spacciati per tali dai venditori e, nel peggiore dei casi, anche dai produttori stessi. Lo stesso discorso vale per tanti caschi integrali o maschere integrali, come quelle antigas le quali, spesso, non offrono alcun tipo di protezione reale per gli occhiali ed il rischio che il “vetro” si rompa, è molto alto.
Quando acquistate delle protezioni, assicuratevi sempre che siano certificate, magari con una breve ricerca su internet o leggendo direttamente la descrizione dell’oggetto, diffidate da tutte quelle protezioni che non presentino chiaramente le loro caratteristiche.

 

Protezioni per il resto del corpo

 

Le protezioni per il resto del corpo sono scarsamente utilizzate nel softair, spesso per una questione di mobilità e di percezione del pallino. In ogni caso alcune di queste potrebbero tornarvi utili nei contesti più difficili, andiamo a vederle:

Ginocchiere e gomitiere

Spesso occultabili o inseribili all’interno della mimetica, vi permetteranno di appoggiare i vostri gomiti e le vostre ginocchia su qualsiasi superficie, evitando di farmi del male.

 

Piastre per il busto

Generalmente integrate nei corpetti, le piastre per il busto riducono l’impatto dei pallini sul petto e sulla schiena, limitando inoltre, leggermente, la possibilità di infortuni derivanti da cadute o sfregamenti. Di contro, la vostra capacità di movimento sarà compromessa dalla rigidità della piastra e percepire i pallini potrebbe risultare complicato.

 

Il setup ideale:

Dopo questa lunga carrellata di protezioni, è giunto il momento di eleggere il setup vincitore.
Sia chiaro, a fare il setup vincitore è il giocatore stesso, non tutti potrebbero trovarsi con un elmetto o con un paio di occhiali balistici, ma avendo provato ormai tanti tipi di protezioni, penso di potervi dare qualche suggerimento:

 

  • Protezione per la testa: Elmetto
  • Protezione per gli occhi: Occhiali balistici con ventola
  • Protezione per la bocca: Maschera morbida con aggancio per elmetto
  • Protezione per il resto del corpo: Ginocchiere

 

 

Questo tipo di abbigliamento rappresenta, a mio dire, il miglior compromesso fra capacità di movimento, visibilità e protezione.

Condividi
Condividi
Condividi

Altri articoli sul softair

Le modalità di gioco

Una domanda che spesso viene sottovalutata e sottintesa è: “Cosa bisogna fare per vincere la partita?” “Quale è l’obiettivo?” (come dissi io nel Funny Moments EP.3 “Io non ho capito che dobbiamo fare”).

Uno penserà “Cavolo, stiamo giocando a softair, di certo non bisognerà fare goal.

Christian che ti punta una replica da softair

Giocare a softair in Italia è legale?

Una delle cose più frequenti che ci si chiede quando si vuole cominciare a praticare il softair, è in quali condizioni sia legale praticare l’attività.

Come iniziare a giocare a softair

Dopo aver passato settimane a guardare video su Youtube (speriamo sul nostro canale), hai deciso che è giunto il momento di vivere per davvero l’esperienza, iniziando a muovere i tuoi primi passi nel mondo del softair.